Logo Regione Emilia-Romagna
Logo dell'Università di Bologna: Alma mater studiorum, Università di Bologna, Dipartimento di Paleografia e Medievistica. Logo del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli

Castelli dell'Emilia-Romagna: Censimento e schedatura

Introduzione

La Banca Dati sui Castelli dell’Emilia Romagna realizza il censimento attraverso le fonti edite di tutti i castelli della Regione giunti fino a noi e/o scomparsi menzionati dalle fonti bibliografiche, con la loro individuazione, la descrizione del loro stato attuale e la segnalazione delle fonti che ne hanno tramandato la storia, con una specifica scheda per ogni castello, ogni fonte ed ogni evento.

Baganzola

Comune:
PARMA (PR)
Località:
Baganzola
Toponimo:
Condizione:
Scarsa (rudere)
Manutenzione:
dato non inserito
Precisione dell'ubicazione:
Sicura
Informazioni turistiche:
dato non inserito

Informazioni storiche

1314

Bonifacio Aldighieri, con l'approvazione di Giberto da Correggio, fa costruire il castello di Baganzola.

1314

Bonifacio Aldighieri fa erigere il castello di Baganzola con l'approvazione di Giberto da Correggio.

1315

Si insedia nel castello di Baganzola Paolo Aldighieri, obbedendo ad un ordine di Giberto da Correggio.

22 marzo 1315

Il castello di Baganzola viene distrutto.

Sarà fatto ricostruire dopo poco da Bonifacio Aldighieri.

22 marzo 1315

Matteo da Correggio, insieme ai Borghigiani, a Gianquirico Sanvitale ed a Luchino Visconti, toglie il castello di Baganzola a Paolo Aldighieri.

22 marzo 1315

Giberto da Correggio impone a Paolo Aldighieri di "incastellarsi" nella terra di Baganzola: Matteo da Correggio espugna allora il castello di Baganzola ed i difensori vengono fatti prigionieri.

22 marzo 1315

Matteo da Correggio, alleatosi con i Visconti ed i Sanvitale, fa distruggere il castello di Baganzola.

1325

Le truppe della famiglia Visconti e dei Pallavicino distruggono il castello di Baganzola.

1325

Il castello di Baganzola è attaccato dalle forze riunite della famiglia Visconti e dei Pallavicino che lo mettono a ferro e fuoco.

1325

Il castello di Baganzola, fatto riedificare da Bonifacio Aldighieri, è distrutto dalle truppe delle famiglie Visconti e Pallavicino.

23 maggio 1325

Azzo Visconti, con le truppe pallavicine ed i fuoriusciti di parte imperiale, attacca il castello di Baganzola e lo dà alle fiamme.

24 maggio 1325

Azzo Visconti, con il sostegno dei Pallavicini, volge verso Parma e saccheggia il territorio: il castello, ricostruito da Paolo Aldighieri, viene distrutto.

1435

Il duca di Milano concede il castello di Baganzola ad Andrea Valeri.

1435

Per decreto del duca di Milano Filippo Maria Visconti il castello di Baganzola viene assegnato ad Andrea Valeri, che ne migliora l'aspetto esteriore e l'apparato difensivo.

1438

I conti Valeri fanno costruire un grande torrione nel castello di Baganzola.