Logo Regione Emilia-Romagna
Logo dell'Università di Bologna: Alma mater studiorum, Università di Bologna, Dipartimento di Paleografia e Medievistica. Logo del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli

Castelli dell'Emilia-Romagna: Censimento e schedatura

Introduzione

La Banca Dati sui Castelli dell’Emilia Romagna realizza il censimento attraverso le fonti edite di tutti i castelli della Regione giunti fino a noi e/o scomparsi menzionati dalle fonti bibliografiche, con la loro individuazione, la descrizione del loro stato attuale e la segnalazione delle fonti che ne hanno tramandato la storia, con una specifica scheda per ogni castello, ogni fonte ed ogni evento.

Basilicanova

Comune:
MONTECHIARUGOLO (PR)
Località:
Castello
Toponimo:
Condizione:
Nulla (traccia storica)
Manutenzione:
dato non inserito
Precisione dell'ubicazione:
Sicura
Informazioni turistiche:
dato non inserito

Informazioni storiche

25 gennaio 1441

Pietro e Jacopo Rossi fanno riedificare il castello di Basilicanova.

1449

Francesco Sforza conferma a Pier Maria Rossi i suoi possedimenti, fra cui anche il castello di Basilicanova.

1464

Pier Maria lascia al figlio Ottaviano la terra di Basilicanova col suo "fortissimo" castello.

1464

Nel suo testamento Pier Maria Rossi lascia il castello di Basilicanova ad Ottaviano, figlio di Bianca Pellegrini Arluno.

Ottaviano morirà prima del padre ed il castello passa a Guido, figlio legittimo di Pier Maria.

20 maggio 1470

Galeazzo Maria Sforza conferma a Pier Maria Rossi i suoi possedimenti, fra cui anche il castello di Basilicanova.

1482

Sforza II, comandante delle truppe milanesi, stringe d'assedio il castello di Basilicanova e lo conquista.

giugno 1482

Il castello di Basilicanova viene attaccato dalle truppe milanesi; il castellano, Pietro Ugorosso, tradisce i Rossi ed apre le porte del castello ai nemici.

15 giugno 1482

Sforza II, generale in capo delle truppe ducali, pone l'assedio al castello di Basilicanova: solo il tradimento del castellano, Pietro Ugorosso, consente la conquista.

21 giugno 1482

Sforza II trasferisce il suo campo da Carignano a Basilicanova, circonda il castello e lo attacca con tre grandi bombarde, sia di giorno che di notte. I difensori demoliscono metà della torre.

21 giugno 1482

Il castellano Pietro Ugorossi, tradendo la parte della famiglia Rossi, consegna il castello a Sforza II. Grande stupore suscita la conquista di un castello "così forte con grosse mura e bastioni".

25 novembre 1482

Jacopo Rossi entra nel castello di Basilicanova già caduto per tradimento in mano a Sforza II, ne ferisce il castellano, prende prigionieri gli uomini ducali posti a difesa e lo munisce per conto del fratello Guido.

25 novembre 1482

Dopo la morte di Pier Maria Rossi, Giacomo Rossi, nonostante il divieto del duca di Milano, occupa la rocca di Basilicanova.

25 novembre 1482

Giacomo Rossi, fratello di Guido, attacca di sorpresa il castello di Basilicanova, lo occupa e cattura tutto il presidio locale.

5 giugno 1483

Ludovico il Moro, signore di Milano, trasferisce da Torchiara a Basilicanova l'esercito e ne conquista il castello munendolo per se stesso.

5 giugno 1483

Il castello di Basilicanova si arrende dopo sette giorni di assalti e viene consegnato a Gian Giacomo Trivulzio come ricompensa per la sua opera di condottiero al servizio dei Milanesi.

12 giugno 1483

Dopo un assedio di sette giorni, il castello di Basilicanova si arrende all'esercito milanese e verrà donato a Giangiacomo Trivulzio.

12 giugno 1483

I duchi di Milano riottengono il castello di Basilicanova.

1504

La famiglia Rossi acquista il castello di Basilicanova da Gian Giacomo Trivulzio al prezzo di quarantacinquemila lire imperiali.

25 giugno 1504

Gian Giacomo Trivulzio vende, con il permesso di Luigi XII, il castello di Basilicanova a Troilo Rossi, marchese di San Secondo.

1505

Troilo Rossi acquista il castello di Basilicanova da Gian Giacomo Trivulzio per quarantacinquemila lire imperiali.