Logo Regione Emilia-Romagna
Logo dell'Università di Bologna: Alma mater studiorum, Università di Bologna, Dipartimento di Paleografia e Medievistica. Logo del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli

Castelli dell'Emilia-Romagna: Censimento e schedatura

Introduzione

La Banca Dati sui Castelli dell’Emilia Romagna realizza il censimento attraverso le fonti edite di tutti i castelli della Regione giunti fino a noi e/o scomparsi menzionati dalle fonti bibliografiche, con la loro individuazione, la descrizione del loro stato attuale e la segnalazione delle fonti che ne hanno tramandato la storia, con una specifica scheda per ogni castello, ogni fonte ed ogni evento.

Pariano

Comune:
MONTECHIARUGOLO (PR)
Località:
Pariano
Toponimo:
Condizione:
Scarsa (rudere)
Manutenzione:
dato non inserito
Precisione dell'ubicazione:
Sicura
Informazioni turistiche:
dato non inserito

Informazioni storiche

1495

Il duca Sforza investe Gaspare Sanseverino, detto "Il Fracassa", fratello del conte di Cajazzo, della rocca di Pariano e delle sue pertinenze in territorio parmigiano.

1495

Pietro Bravi si allea con Gian Giacomo Trivulzio e perde castello e terre di Pariano che vengono date a Ludovico Trotti.

L'anno dopo passerà a Gaspare Sanseverino.

1500

Dopo la caduta del dominio sforzesco, Pietro Bravi torna in possesso del castello di Pariano.

1522

Giovanni dalle Bande Nere conquista il castello di Pariano per conto del nipote.

1522

Giovanni de' Medici, alleato della famiglia Rossi di San Secondo, occupa il castello di Pariano mentre stringe d'assedio Basilicanova.

1530

Le milizie ducali distruggono il castello di Pariano.

1547

Papa Paolo III confisca il castello di Pariano alla famiglia Rossi per investirne suo nipote Sforza di Santafiora.

16 aprile 1547

Nella donazione del castello di Basilicanova fatta da papa Paolo III al conte Sforza degli Sforza di Santa Fiora, il castello di Cantone di Pariano non è più proprietà della famiglia Bravi e dipende dal castello di Basilicanova.