Logo Regione Emilia-Romagna
Logo dell'Università di Bologna: Alma mater studiorum, Università di Bologna, Dipartimento di Paleografia e Medievistica. Logo del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli

Castelli dell'Emilia-Romagna: Censimento e schedatura

Introduzione

La Banca Dati sui Castelli dell’Emilia Romagna realizza il censimento attraverso le fonti edite di tutti i castelli della Regione giunti fino a noi e/o scomparsi menzionati dalle fonti bibliografiche, con la loro individuazione, la descrizione del loro stato attuale e la segnalazione delle fonti che ne hanno tramandato la storia, con una specifica scheda per ogni castello, ogni fonte ed ogni evento.

Segalara

Comune:
SALA BAGANZA (PR)
Località:
Segalara
Toponimo:
Condizione:
Scarsa (rudere)
Manutenzione:
dato non inserito
Precisione dell'ubicazione:
Sicura
Informazioni turistiche:
dato non inserito

Informazioni storiche

1303

Giberto da Correggio costringe la famiglia Rossi ad allontanarsi dalla città: questi si rifugiano nel castello di Segalara.

24 luglio 1303

Dopo la proclamazione di Giberto da Gente a signore della città di Parma, la famiglia Rossi raduna truppe al castello di Segalara per contrastare il potere del nuovo signore.

1305

Palamede Rossi uccide Zanardo, inviato da Giberto da Correggio, e causa una spedizione punitiva: il castello di Segalara viene allora distrutto.

1316

Dopo la cacciata di Giberto da Correggio, la famiglia Rossi fa rafforzare le strutture difensive del castello di Segalara.

1400

Pier Maria Rossi, durante la lotta contro Lodovico il Moro, signore di Milano, fa costruire il castello di Segalara.

1464

Pier Maria Rossi lascia nel testamento a Bernardo i castelli di Castrignano, Beduzzo, Pugnetolo, Corniglio, Roccaprebalza, Corniana Antesica e Bosco, a Guido quelli di Felino, San Secondo, Bardone, Neviano Rossi, Carona, Miano, Segalara, Roccalanzona e Sant'Andrea, oltre a quello di Taro.

1481

Da Milano giunge la richiesta al commissario ducale di alcune informazioni riguardanti la costruzione e la munizione da parte di Pier Maria di una fortezza a Segalara.

1482

Pier Maria Rossi fa fortificare il castello di Segalara mentre prepara la lotta contro Milano; alla sua morte, il castello passa a Bertrando Rossi.

1635

Scipione Rossi cede il castello di Segalara alla camera ducale di Parma.

1635

Troilo Rossi cede il castello di Segalara a Scipione Rossi dopo il pagamento di un'ingente somma.

Scipione però, dopo poco, cederà il castello di Segalara alla camera ducale di Parma.

1666

Scipione Rossi cede il castello di Segalara alla camera ducale di Parma.