Logo Regione Emilia-Romagna
Logo dell'Università di Bologna: Alma mater studiorum, Università di Bologna, Dipartimento di Paleografia e Medievistica. Logo del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli

Castelli dell'Emilia-Romagna: Censimento e schedatura

Introduzione

La Banca Dati sui Castelli dell’Emilia Romagna realizza il censimento attraverso le fonti edite di tutti i castelli della Regione giunti fino a noi e/o scomparsi menzionati dalle fonti bibliografiche, con la loro individuazione, la descrizione del loro stato attuale e la segnalazione delle fonti che ne hanno tramandato la storia, con una specifica scheda per ogni castello, ogni fonte ed ogni evento.

Gallinella

Comune:
SALSOMAGGIORE TERME (PR)
Località:
Contignaco
Toponimo:
Condizione:
Nulla (traccia storica)
Manutenzione:
dato non inserito
Precisione dell'ubicazione:
Sicura
Informazioni turistiche:
dato non inserito

Informazioni storiche

26 marzo 1599

La camera ducale di Parma confisca il castello di Gallinella.

26 marzo 1599

La camera ducale di Parma confisca il castello di Gallinella al marchese Rolando Pallavicini.

1630

Alessandro Paveri Fontana acquista il castello di Gallinella per 7554 ducatoni.

1630

La camera ducale di Parma vende il castello di Gallinella al piacentino Alessandro Paveri-Fontana per la somma di settemilacinquecentocinquaquattro ducati.

14 gennaio 1630

La camera ducale di Parma vende il castello di Gallinella ad Alessandro Paveri Fontana di Piacenza.

1654

Alessandro Pallavicino riottiene il castello di Gallinella, ma muore per mano dell'arciprete di Contignaco ed il castello torna quindi alla camera ducale di Parma.

1661

Il castello di Gallinella passa nelle mani del duca di Parma.

18 aprile 1718

Il duca Francesco I Farnese vende il castello di Gallinella ai marchesi Santi.

1828

Il castello di Gallinella viene distrutto.

1828

Il castello di Gallinella viene abbattuto per ordine del ministro del Duca, il marchese Cesare Ventura.

NOTIZIA DA VERIFICARE.

1828

Nella fonte si legge che: "Il castello o rocca di Gallinella si trovava sopra un poggio alla destra del Ghiara. Fu dei Pallavicini. La camera ducale di Parma lo diede in feudo al marchese Cesare Ventura. Il suo erede ha distrutto i resti del castello.