Logo Regione Emilia-Romagna
Logo dell'Università di Bologna: Alma mater studiorum, Università di Bologna, Dipartimento di Paleografia e Medievistica. Logo del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli

Castelli dell'Emilia-Romagna: Censimento e schedatura

Introduzione

La Banca Dati sui Castelli dell’Emilia Romagna realizza il censimento attraverso le fonti edite di tutti i castelli della Regione giunti fino a noi e/o scomparsi menzionati dalle fonti bibliografiche, con la loro individuazione, la descrizione del loro stato attuale e la segnalazione delle fonti che ne hanno tramandato la storia, con una specifica scheda per ogni castello, ogni fonte ed ogni evento.

Berceto

Comune:
BERCETO (PR)
Località:
Berceto
Toponimo:
Condizione:
Scarsa (rudere)
Manutenzione:
dato non inserito
Precisione dell'ubicazione:
Sicura
Informazioni turistiche:
dato non inserito

Informazioni storiche

1482

Bertrando Rossi, figlio leggittimato di Pier Maria, entra in possesso della contea di Berceto e di Roccaprebalza lasciatagli dal padre con molte "altre castella".

1490

Bertrando Rossi ottiene l'investitura ufficiale del castello di Berceto.

1494

Bertrando Rossi ospita nel castello di Berceto Carlo VIII, re di Francia, in viaggio alla volta del regno di Napoli.

1494

Bertrando ospita, nel suo castello di Berceto, il re di Francia Carlo VIII durante la spedizione per la conquista del Regno di Napoli.

27 settembre 1494

Carlo V re di Francia, accompagnato da Ludovico il Moro, duca di Milano, transitano da Berceto diretti da Piacenza a Pontremoli e sono ospitati all'interno del castello.

1495

Bertrando Rossi ospita nel castello il re di Francia Carlo VIII di passaggio da Berceto con le sue truppe prima della battaglia di Fornovo.

3 luglio 1495

Bertrando Rossi concede ospitalità nel castello di Berceto a Carlo VIII, re di Francia, offrendogli vettovaglie.

24 novembre 1496

L'imperatore Massimiliano I d'Asburgo, di ritorno da Pisa, alloggia nella rocca di Berceto.

L'imperatore rimarrà a Berceto per tre giorni e poi parte verso Piacenza.

24 novembre 1496

Bertrando Rossi ospita per tre giorni nel castello di Berceto l'imperatore Massimiliano I di ritorno in Lombardia.

1502

Il castello di Berceto passa a Troilo Rossi, che impone il diritto di primogenitura.

23 febbraio 1553

Matteo da Cassio, soldato, è imprigionato nella rocca di Berceto per aver rubato del frumento al castellano.

1666

Scipione Rossi cede il castello di Berceto alla camera ducale di Parma.

1666

Scipione Rossi cede alla camera ducale di parma tutti i suoi diritti sul castello di Berceto e sulle sue pertinenze.

1707

Andrea Boscoli muta il castello di Ravarano con quello di Berceto.

1736

La proprietà del castello di Berceto passa ai conti Tarasconi Smeraldi che lo terranno fino alla soppressione dei feudi.

1736

Il castello di Berceto passa ai conti Tarsconi-Smeraldi.

Terranno il castello fino all'editto napoleonico di soppressione.

13 giugno 1804

Il castello di Berceto per metà è diroccato, mentre nella parte verso occidente risiede la guarnigione. La torre è ancora in buono stato.

1832

Il castello di Berceto, famoso un tempo, è oggi mezzo diroccato.

del XIX secolo

Il comune di Berceto usa una parte del castello: vi si trova il carcere mandamentale dipendente dalla sottoprefettura di Borgotaro e dalla prefettura di Parma.

1891

Lo stato vende il castello di Berceto all'ingegnere Magnaghi.