Logo Regione Emilia-Romagna
Logo dell'Università di Bologna: Alma mater studiorum, Università di Bologna, Dipartimento di Paleografia e Medievistica. Logo del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli

Castelli dell'Emilia-Romagna: Censimento e schedatura

Introduzione

La Banca Dati sui Castelli dell’Emilia Romagna realizza il censimento attraverso le fonti edite di tutti i castelli della Regione giunti fino a noi e/o scomparsi menzionati dalle fonti bibliografiche, con la loro individuazione, la descrizione del loro stato attuale e la segnalazione delle fonti che ne hanno tramandato la storia, con una specifica scheda per ogni castello, ogni fonte ed ogni evento.

Beduzzo

Comune:
CORNIGLIO (PR)
Località:
La Costa
Toponimo:
Condizione:
Scarsa (rudere)
Manutenzione:
dato non inserito
Precisione dell'ubicazione:
Sicura
Informazioni turistiche:
dato non inserito

Informazioni storiche

1387

L'imperatore Venceslao investe del territorio e del castello di Beduzzo Nicolò Terzi.

1387

L'imperatore Venceslao ricompensa Niccolò e Guido Terzi da Cornazzano, per i servigi resi, con il territorio ed il castello di Beduzzo.

1387

L'imperatore Venceslao investe del castello di Beduzzo Nicolò Terzi.

1387

L'imperatore Venceslao investe del castello di Beduzzo i fratelli Nicolò e Guido Terzi da Cornazzano.

aprile 1448

Pier Maria Rossi penetra con le sue truppe nel territorio e toglie il castello di Beduzzo alla famiglia Terzi.

aprile 1448

Pier Maria Rossi invade il territorio e toglie il castello di Beduzzo ai Terzi.

1449

Pier Maria Rossi riceve investitura del castello di Beduzzo da Francesco Sforza, duca di Milano.

Nel 1470 ne riporta nuova investitura.

1449

Pier Maria Rossi ottiene l'investitura del feudo e del castello di Beduzzo da Francesco Sforza, duca di Milano.

1464

Pier Maria Rossi lascia nel testamento a Bernardo i castelli di Castrignano, Beduzzo, Pugnetolo, Corniglio, Roccaprebalza, Corniana Antesica e Bosco, a Guido invece quelli di Felino, San Secondo, Bardone, Neviano Rossi, Carona, Miano, Segalara, Roccalanzona e Sant'Andrea, oltre a quello di Taro.

1482

Pier Maria Rossi, in lotta con il duca di Milano, ordina ai castellani Baiardi di rinforzare le difese del castello di Beduzzo.

1482

Pier Maria Rossi fa fortificare il castello di Beduzzo ed impartisce ai castellani Baiardi l'ordine di rinforzare le difese.

1521

Filippomaria Rossi si rimpossessa del castello di Beduzzo, prendendolo a Galeazzo Pallavicino.

Nell'elenco dei beni feudali della dinastia Rossi, nel 1536, viene nominato anche il castello di Beduzzo.

1536

In un elenco di beni feudali compare anche il castello di Beduzzo: composto da una torre murata e coperta con muraglie intorno che cominciavano a rovinare.

1550

Il castello di Beduzzo è elencato tra i beni feudali della famiglia Rossi.

1590

Ai tempi dell'Angeli esiste ancora a Beduzzo una torre che, di lì a poco, cadrà in rovina.

12 giugno 1804

Il castello di Beduzzo, fatto costruire dalla famiglia Rossi, è completamente in rovina.