Logo Regione Emilia-Romagna
Logo dell'Università di Bologna: Alma mater studiorum, Università di Bologna, Dipartimento di Paleografia e Medievistica. Logo del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli

Castelli dell'Emilia-Romagna: Censimento e schedatura

Introduzione

La Banca Dati sui Castelli dell’Emilia Romagna realizza il censimento attraverso le fonti edite di tutti i castelli della Regione giunti fino a noi e/o scomparsi menzionati dalle fonti bibliografiche, con la loro individuazione, la descrizione del loro stato attuale e la segnalazione delle fonti che ne hanno tramandato la storia, con una specifica scheda per ogni castello, ogni fonte ed ogni evento.

Cozzano

Comune:
LANGHIRANO (PR)
Località:
Cozzano
Toponimo:
Monte Pozzo
Condizione:
Nulla (traccia storica)
Manutenzione:
dato non inserito
Precisione dell'ubicazione:
Approssimata
Informazioni turistiche:
dato non inserito

Informazioni storiche

1035

L'imperatore Corrado II cede il castellodi Cozzano ad Ugo, vescovo di Parma.

1035

L'imperatore Corrado II conferma ad Ugo, vescovo di Parma, tutti i diritti e i privilegi nel territorio di Cozzano , fra i quali figurano quelli riguardanti il castello.

maggio 1035

L'imperatore Corrado II concede il castello di Cozzano ad Ugo, vescovo di Parma.

1464

Il castello di Cozzano è elencato fra i beni lasciati da Pietro Maria II Rossi al figlio Bertrando.

1491

Il castello di Cozzano è già in rovina.

1491

Il castello di Cozzano risulta essere già scomparso e non ne esistono più neppure i ruderi.

1591

Del castellodi Cozzano non è più possibile rinvenire alcun rudere.

1832

Nella fonte si legge che Cozzano è: "Castello dei tempi antichi di cui ora non rimane alcuna vestigia".