Logo Regione Emilia-Romagna
Logo dell'Università di Bologna: Alma mater studiorum, Università di Bologna, Dipartimento di Paleografia e Medievistica. Logo del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli

Castelli dell'Emilia-Romagna: Censimento e schedatura

Introduzione

La Banca Dati sui Castelli dell’Emilia Romagna realizza il censimento attraverso le fonti edite di tutti i castelli della Regione giunti fino a noi e/o scomparsi menzionati dalle fonti bibliografiche, con la loro individuazione, la descrizione del loro stato attuale e la segnalazione delle fonti che ne hanno tramandato la storia, con una specifica scheda per ogni castello, ogni fonte ed ogni evento.

Medesano

Comune:
MEDESANO (PR)
Località:
Il Poggio
Toponimo:
Condizione:
Nulla (traccia storica)
Manutenzione:
dato non inserito
Precisione dell'ubicazione:
Sicura
Informazioni turistiche:
dato non inserito

Informazioni storiche

1145

Oberto Pallavicino fa costruire il castello di Medesano.

1150

Durante la lotta tra Delfino Pallavicino, signore di Medesano, e Guglielmo Pallavicino, signore di Busseto, la roccaforte di Medesano viene assalita e distrutta.

1150

Guglielmo Pallavicino, fratello di Delfino, con le sue truppe assale e fa distruggere il castello di Medesano.

1152

Il castello di Medesano viene riedificato, ma è distrutto nuovamente dai soldati della città di Piacenza.

19 settembre 1162

Truppe piacentini, con l'aiuto degli abitanti di Borgo San Donnino, distruggono il castello di Medesano.

1189

L'imperatore Federico I Barbarossa investe il marchese Oberto Pelavicino dei diritti sul castello di Medesano.

1189

L'imperatore Federico I Barbarossa conferma l'investitura del castello di Medesano ad Oberto Pallavicino.

1189

L'imperatore Federico I Barbarossa conferma il possesso del castello di Medesano ad Oberto Pallavicino.

1246

Giacomo da Cornazzano "vi riduce i Rossi".

30 giugno 1247

Il ghibellino marchese Lancia, fedelissimo dell'imperatore Federico II, occupa, con l'aiuto di soldati cremonesi, il castello di Medesano.

febbraio 1248

Il castello di Medesano si arrende al comune di Parma.

4 marzo 1248

L'imperatore Federico II, conquistato il castello di Medesano, prima lo fa bruciare e poi ricostruire.

1249

L'imperatore Federico II investe il marchese Oberto Pallavicino del castello di Medesano.

maggio 1249

L'imperatore Federico II investe del castello di Medesano il marchese Oberto Pallavicino.

giugno 1249

Il castello di Medesano viene fatto riconquire dal comune di Parma.

1252

Gregorio Montelongo, legato apostolico, si scontra con Uberto Pallavicino.

1252

Il comune di Parma manda un esercito, guidato dal legato pontificio Gregorio da Montelungo, per ottenere il forte di Medesano; in soccorso di Medesano giunge Oberto Pallavicino che tuttavia non riesce a impedirne la resa.

1252

Oberto II Pallavicino accorre in aiuto del castello di Medesano occupato dalle truppe del comune di Parma.

1252

I fuoriusciti ghibellini parmensi si asserragliano nel castello di Medesano: l'esercito parmigiano allora, con alla testa il legato pontificio ed il candidato guelfo all'impero, conquista il castello.

25 settembre 1252

I sostenitori del marchese Pallavicino occupano il castello di Medesano, ma saranno costretti di lì a poco alla resa.