Logo Regione Emilia-Romagna
Logo dell'Università di Bologna: Alma mater studiorum, Università di Bologna, Dipartimento di Paleografia e Medievistica. Logo del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli

Castelli dell'Emilia-Romagna: Censimento e schedatura

Introduzione

La Banca Dati sui Castelli dell’Emilia Romagna realizza il censimento attraverso le fonti edite di tutti i castelli della Regione giunti fino a noi e/o scomparsi menzionati dalle fonti bibliografiche, con la loro individuazione, la descrizione del loro stato attuale e la segnalazione delle fonti che ne hanno tramandato la storia, con una specifica scheda per ogni castello, ogni fonte ed ogni evento.

Neviano degli Arduini

Comune:
NEVIANO DEGLI ARDUINI (PR)
Località:
M. Castello
Toponimo:
Condizione:
Nulla (traccia storica)
Manutenzione:
dato non inserito
Precisione dell'ubicazione:
Approssimata
Informazioni turistiche:
dato non inserito

Informazioni storiche

1046

Il vescovo di Parma, Cadalo, dona a Imila, badessa del monastero cittadino di San Paolo, la corte di Neviano con il castello e le cappelle.

1046

Il vescovo di Parma, Cadalo, dona ad Imila, badessa del monastero cittadino di San Paolo di Parma, la corte di Parma: nella donazione è ricordato anche il castello di Neviano degli Arduini.

1046

Il vescovo di Parma, Cadalo, dona al monastero cittadino di San Paolo la corte di Neviano, il castello, le cappelle e le sue pertinenze.

1266

Il castello di Neviano degli Arduini, tenuto da nobili faziosi, si ribella al comune di Parma.

1266

Il castello di Neviano degli Arduini si ribella al comune di Parma.

1297

Il comune ordina che il castello di Neviano degli Arduini debba rimanere, per sempre, distrutto.

agosto 1297

Il comune di Parma, dopo la guerra contro Bologna, Ferrara e Reggio Emilia, stabilisce che il castello di Neviano degli Arduini, ormai smantellato, debba rimanere tale, che non vi si possa abitare o costruire edifici.

24 luglio 1303

Dopo la proclamazione di Giberto da Correggio a signore della città di Parma, i Rossi radunano truppe al castello di Neviano degli Arduini per contrastare il potere del nuovo signore.

1402

La fortezza di Neviano degli Arduini è fatta ricostruire e viene presidiata da truppe ducali.

1402

Lodovico da Palù, in accordo con le famiglie Rossi e da Correggio, conquista con le sue truppe il castello di Neviano degli Arduini.

settembre 1402

Le truppe della famiglia da Palù assediano il castello di Neviano degli Arduini.

settembre 1402

Il castello di Neviano degli Arduini appartiene alla famiglia Visconti di Milano, ma i signori da Palù lo occupano con le loro truppe.

I Visconti riescono a riottenerlo nel gennaio del 1403 e lo faranno distruggere.

Da settembre 1402 al mese ottobre 1402

La famiglia Rossi spingono il riottoso Lodovico da Palù ad "insignorirsi" del castello di Neviano degli Arduini.

I ducheschi lo riprenderanno poco dopo con l'aiuto dele truppe dei Terzi.

26 dicembre 1402

Orlandino da Palù, con l'aiuto dei Fiorentini, giunge a Neviano, ne attacca il castello e caccia le milizie di presidio: di lì a poco i soldati ducheschi tornano e lo costringono alla resa.

26 dicembre 1402

Il castello di Neviano degli Arduini, occupato dalle truppe di Lodovico da Palù, si consegna alle truppe ducali milanesi dopo un assedio condotto dal 9 dicembre. Lodovico riesce a fuggire.

26 dicembre 1402

Orlandino e Lodovico da Palù attaccano e conquistano il castello di Neviano degli Arduini; dopo lungo assedio i soldati dei Visconti lo riottengono e lo radono al suolo.

gennaio 1403

Il governo ducale invia guastatori che, in breve, distruggono la fortezza di Neviano degli Arduini.

gennaio 1403

Le truppe della famiglia Visconti assediano il castello di Neviano degli Arduini e lo distruggono.

1403

I Visconti, aiutati dalle truppe della famiglia Terzi, riconquistano il castello di Neviano degli Arduini.

6 gennaio 1403

Per volontà del duca di Milano, il comune di Parma fa spianare il castello di Neviano degli Arduini.