Logo Regione Emilia-Romagna
Logo dell'Università di Bologna: Alma mater studiorum, Università di Bologna, Dipartimento di Paleografia e Medievistica. Logo del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli

Castelli dell'Emilia-Romagna: Censimento e schedatura

Introduzione

La Banca Dati sui Castelli dell’Emilia Romagna realizza il censimento attraverso le fonti edite di tutti i castelli della Regione giunti fino a noi e/o scomparsi menzionati dalle fonti bibliografiche, con la loro individuazione, la descrizione del loro stato attuale e la segnalazione delle fonti che ne hanno tramandato la storia, con una specifica scheda per ogni castello, ogni fonte ed ogni evento.

Specchio

Comune:
SOLIGNANO (PR)
Località:
Specchio
Toponimo:
Condizione:
Nulla (traccia storica)
Manutenzione:
dato non inserito
Precisione dell'ubicazione:
Approssimata
Informazioni turistiche:
dato non inserito

Informazioni storiche

1132

Il "Registrum Magnum" di Piacenza ricorda il "castrum quod nominatur Speglo".

15 aprile 1132

Attone ed Alberico da Fabrica vendono il castello di Specchio al comune di Piacenza.

22 gennaio 1191

Le città di Parma e i Piacenza riaprono le ostilità per una controversia che riguarda diritti sul castello di Specchio:.

Si decide l'elezione di due arbitri milanesi da parte di Piacenza e due reggiani da parte di Parma, ma la controversia non trova soluzione.

1258

In quest'anno i soldati della famiglia Pallavicino occupano stabilmente la rocca di Specchio.

1397

Gian Galeazzo Visconti investe i fratelli Marchese, Braccialino e Filippone del castello di Specchio.

1442

Per volontà di Filippo Maria Visconti, signore di Milano, il castello di Specchio passa a Niccolò Piccinino.

1442

Per volere di Filippo Maria Visconti, duca di Milano, la rocca di Specchio passa a Niccolò Piccinino.

1470

La rocca di Specchio passa alla famiglia Pallavicino del ramo Scipione, che ne rimarrà in possesso fino al XVIII secolo.

14 giugno 1804

Nella fonte si legge che, del castello di Specchio: "Sono ancora visibili le alte mura: una parte di queste crolla quasi seppellendo una casa".

1832

Specchio viene definita nella fonte: "Villa con antico castello al confine degli antichi contadi di Parma e Piacenza".

1856

Nella fonte si legge che il castello di Specchio: "Risiede in luigo ridente, sul crinale del mente detto del castello, a sinistra della Pessola e a destra del Taro".