Logo Regione Emilia-Romagna
Logo dell'Università di Bologna: Alma mater studiorum, Università di Bologna, Dipartimento di Paleografia e Medievistica. Logo del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli

Castelli dell'Emilia-Romagna: Censimento e schedatura

Introduzione

La Banca Dati sui Castelli dell’Emilia Romagna realizza il censimento attraverso le fonti edite di tutti i castelli della Regione giunti fino a noi e/o scomparsi menzionati dalle fonti bibliografiche, con la loro individuazione, la descrizione del loro stato attuale e la segnalazione delle fonti che ne hanno tramandato la storia, con una specifica scheda per ogni castello, ogni fonte ed ogni evento.

Vianino

Comune:
VARANO DE' MELEGARI (PR)
Località:
Vianino
Toponimo:
Condizione:
Scarsa (rudere)
Manutenzione:
dato non inserito
Precisione dell'ubicazione:
Sicura
Informazioni turistiche:
dato non inserito

Informazioni storiche

1188

Gerardo e Alberto Ardemanni vendono il castello di Vianino al comune di Piacenza.

5 aprile 1188

I fratelli Alberto e Gherardo Ardemanni vendono il castello di Vianino alla città di Piacenza.

1382

Galeazzo Visconti, signore di Milano, infeuda del castello di Vianino Galeazzo Pallavicino.

1428

Il castello di Vianino passa al condottiero Niccolò Piccinino.

Angelo Piccinino, figlio di Niccolò, verrà poi ucciso dai terrazzani mentre s'insedia nel feudo al posto del padre.

1481

Il castello di Vianino è venduto dalla camera ducale sforzesca alla famiglia Pallavicino, nonostante l'interessamento di Gian Francesco da Enzola che aveva già Varano Melegari.

1 marzo 1481

Pallavicino Pallavicini in questo mese compra le entrate di Vianino, castello donatogli dal giovinetto Gian Galeazzo Visconti, signore di Milano.

1486

Pallavicino Pallavicini, figlio di Orlando, riceve il castello di Vianino in dono dal duca di Milano Galeazzo Sforza.

1486

Gian Galeazzo Sforza dona alla famiglia Pallavicini il castello di Vianino (fingendo di averne ricevuto un prezzo) in occasione delle nozze del primogenito di Pallavicino con Elisabetta di Tristano Sforza.

1522

Luigia Pallavicino sposa in seconde nozze uno Sforza di Santafiora e gli porta in dote il castello di Vianino.

1832

Vianino è feudo della famiglia Rosa-Prati.