Logo Regione Emilia-Romagna
Logo dell'Università di Bologna: Alma mater studiorum, Università di Bologna, Dipartimento di Paleografia e Medievistica. Logo del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli

Castelli dell'Emilia-Romagna: Censimento e schedatura

Introduzione

La Banca Dati sui Castelli dell’Emilia Romagna realizza il censimento attraverso le fonti edite di tutti i castelli della Regione giunti fino a noi e/o scomparsi menzionati dalle fonti bibliografiche, con la loro individuazione, la descrizione del loro stato attuale e la segnalazione delle fonti che ne hanno tramandato la storia, con una specifica scheda per ogni castello, ogni fonte ed ogni evento.

Cividale

Comune:
MIRANDOLA (MO)
Località:
Podere Castello
Toponimo:
Condizione:
Nulla (traccia storica)
Manutenzione:
dato non inserito
Precisione dell'ubicazione:
Incerta
Informazioni turistiche:
dato non inserito

Informazioni storiche

1300

Il territorio di Cividale risulta essere fortificato ed è nelle mani della famiglia Padella, uno dei rami dei figli di Manfredo.

1338

In un atto è citato il castello di Cividale, che si trovava sotto il controllo della famiglia Padella appartenente alla consorteria dei figli di Manfredo.

1338

Nella fonte si legge: "Si nomina castrum Cividalis in Curia Quarantularum".

2 gennaio 1338

Un documento attesta la presenza di "fovea castri de Cividale" e di un "barbacanum".

3 gennaio 1338

Un documento attesta la presenza di un "recetum castri de Cividali".

1344

Il "castrum Cividalis in curia Quarantularum" è distrutto dalle truppe della famiglia Pico.

1344

Il fortilizio di Cividale è distrutto dai Pico, che lo prendono con l'inganno.

1344

Nella fonte si legge a proposito del castello di Cividale: "I Pichi signori della Mirandola bramosi di stendere il lor dominio, sorpreso improvvisamente il castello e, spogliatolo d'ogni cosa, lo spianarono interamente".