Logo Regione Emilia-Romagna
Logo dell'Università di Bologna: Alma mater studiorum, Università di Bologna, Dipartimento di Paleografia e Medievistica. Logo del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli

Castelli dell'Emilia-Romagna: Censimento e schedatura

Introduzione

La Banca Dati sui Castelli dell’Emilia Romagna realizza il censimento attraverso le fonti edite di tutti i castelli della Regione giunti fino a noi e/o scomparsi menzionati dalle fonti bibliografiche, con la loro individuazione, la descrizione del loro stato attuale e la segnalazione delle fonti che ne hanno tramandato la storia, con una specifica scheda per ogni castello, ogni fonte ed ogni evento.

Baragazza

Comune:
CASTIGLIONE DEI PEPOLI (BO)
Località:
Poggio Castello
Toponimo:
Condizione:
Scarsa (rudere)
Manutenzione:
dato non inserito
Precisione dell'ubicazione:
Sicura
Informazioni turistiche:
dato non inserito

Informazioni storiche

1164

Il castello di Baragazza con il suo territorio vengono confermati con un diploma dall'imperatore Federico I Barbarossa al conte Alberto IV da Prato.

1164

Il castello di Baragazza con il suo territorio vengono confermati con un diploma da Federico I Barbarossa al conte Alberto IV da Prato.

1209

Il castello di Baragazza ed il suo territorio vengono confermati con un diploma dall'imperatore Ottone IV di Brunswick ai conti Alberti da Prato.

1271

Il podestà del comune di Bologna assale, prende e distrugge il castello di Baragazza.

1272

Il castello di Baragazza è distrutto dal podestà di Bologna.

1272

Bologna mette al bando i conti da Monzone Alberto, Guglielmo, Napoleone ed Alessandro, per aver ucciso in località "Erba verde" alcuni mercanti e distruggono i castelli in loro possesso, cioè Bruscoli, Pian del Voglio, Baragazza e Castiglione dei Gatti.

1272

A seguito dell'assalto presso Pian del Voglio di un gruppo di mercanti da parte di esponenti della famiglia Alberti, il comune di Bologna invia armati e distrugge il castello di Baragazza.

1296

Il castello di Baragazza fu venduto al comune di Bologna dal conte Alessandro di Mangona.

1296

Il conte Alberto di Mangona dona il castello di Baragazza al comune di Bologna.

Il fatto può essere avvenuto nel 1297: le cronache sono discordi.

1296

Il castello di Baragazza viene acquistato dal comune di Bologna.

1296

Il comune di Bologna acquista dai conti Alberti il castello di Baragazza.

gennaio 1297

Nel castello di Baragazza viene inviato per sei mesi un capitano da parte del comune di Bologna.

1297

Il castello di Baragazza è donato alla città di Bologna da Alberto degli Alessandri di Mangone.

9 ottobre 1298

Il senato di Bologna provvede ai castelli: a Baragazza invia quaranta soldati tra cui venti balestre grosse e due da due piedi.

1304

Il comune di Bologna rafforza il castello di Baragazza.

1304

Nel quadro di un rafforzamento dei castelli del contado, al castello di Baragazza vengono erette due torri, fatto un cortile con cisterna ed abbattute alcune case.

1311

Artusio o Artusino da Monzuno è preposto alla custodia del castello di Baragazza.

E' lo stesso che nel 1297, possedeva parte del castello di Montorio.

1316

La custodia del castello di Baragazza è affidata alla Società del Cambio.

1316

Bologna decide l'affidamento dei propri castelli alle Società d'Arte, che mandano a Baragazza un capitano e quindici soldati.

1321

Un terremoto danneggia le mura del castello di Baragazza, che saranno subito rifatte.