Logo Regione Emilia-Romagna
Logo dell'Università di Bologna: Alma mater studiorum, Università di Bologna, Dipartimento di Paleografia e Medievistica. Logo del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli

Castelli dell'Emilia-Romagna: Censimento e schedatura

Introduzione

La Banca Dati sui Castelli dell’Emilia Romagna realizza il censimento attraverso le fonti edite di tutti i castelli della Regione giunti fino a noi e/o scomparsi menzionati dalle fonti bibliografiche, con la loro individuazione, la descrizione del loro stato attuale e la segnalazione delle fonti che ne hanno tramandato la storia, con una specifica scheda per ogni castello, ogni fonte ed ogni evento.

Castel Tedaldo

Comune:
FERRARA (FE)
Località:
Ferrara
Toponimo:
Condizione:
Nulla (traccia storica)
Manutenzione:
dato non inserito
Precisione dell'ubicazione:
Approssimata
Informazioni turistiche:
dato non inserito

Informazioni storiche

1000 circa

Castel Tedaldo viene eretto probabilmente dal marchese Tedaldo di Canossa, durante la secolare lotta fra papato e impero.

Sarà distrutto nel XVII secolo per far posto alla fortezza pontificia.

1 gennaio 1091

L'arciprete e arcidiacono della chiesa ferrarese, Martino, concede un'enfiteusi a Leone, arciprete della chiesa di San Giovanni.

5 novembre 1215

Gisea e Benvenuta alla presenza dei loro mariti si dividono i beni.

NOTIZIA DA VERIFICARE.

14 settembre 1257

Imelda ammessa alla tutela dei figli Giacomo e Vittorio fa compilare l'inventario dei loro beni.

NOTIZIA DA VERIFICARE.

1 dicembre 1264

Ledoino, davanti al giudice del comune, Guidone, emancipa e libera dalla patria potestà i figli Bonucio e Ramberto e assegna loro beni.

NOTIZIA DA VERIFICARE.

6 luglio 1269

Provenienza di un teste, Turclello da castro Tedaldo, in una concessione di terre.

4 ottobre 1280

Ricobono de Coreis dispone la dote per le sue figlie.

NOTIZIA DA VERIFICARE.

1 gennaio 1287

Provvedimento riguardante i quartieri e le contrade di Castel Tedaldo che si devono adeguare.

1 gennaio 1287

Provvedimento sull'altezza delle torri poste sul ponte di Castel Tedaldo.

1 gennaio 1317

Si assale Castel Tedaldo per acqua e per terra.

1 gennaio 1324

Il ponte presso Castel Tedaldo viene ultimato.

1 gennaio 1333

Drago Constabili è capitano della flotta di Castel Tedaldo.

1 gennaio 1333

Difesa di Castel Tedaldo da parte dei soldati ferraresi.

4 febbraio 1393

Guidone da Bologna, priore della chiesa di San Giovanni presso Castel Tedaldo, concede in enfiteusi a Ognabene da Bondeno terreno posto nel casale di Bondeno.

26 giugno 1404

Il marchese Niccolò III d'Este costruisce un fortilizio nel borgo superiore presso Castel Tedaldo.

1 gennaio 1420

A capo del ponte di Castel Tedaldo c'è una torre.

1 gennaio 1420

Nella fonte si legge: "Quarterio castro Thedaldo".

7 aprile 1474

I muratori "Devono avere… per aver costruito una tramezza alla fortezza del ponte di Castel Tedaldo".

1 gennaio 1476

Presenza di un ponte presso "Castel Thealto".

1 gennaio 1483

Alberico possiede una fonderia presso San Giovanni di Castel Tedaldo.