Logo ER

Archivio Storico delle Frane

L'archivio storico delle frane raccoglie informazioni sulle date di attivazione/riattivazione di frane con relativa localizzazione, in un intervallo di tempo che va dal Medioevo sino ad oggi.

Per ogni evento sono riportate, ove disponibili, informazioni relative alla tipologia della frana, alla sua dimensione, a eventuali effetti sul territorio.

Per il corretto utilizzo dei dati disponibili si invita alla lettura delle Condizioni di utilizzo dei dati

ID 200096

 

7 eventi di frana

Vidiana

Inquadramento
  • Superficie totale: 9.06 ettari
  • Comune di LANGHIRANO - Provincia di Parma
Carta inventario delle frane
  • Quadro di unione per il comune di LANGHIRANO [PDF]
Localizzazione frana storica e Carta del dissesto

Glossario [pdf]
7. Evento del 1964
  • Data: aprile 1964  [precisione mensile]
  • Descrizione:
    A seguito di intense precipitazioni si registrano danni all'acquedotto e alla strada Vidiana-Bassana [Localizzazione: Verificata da documentazione tecnica]
  • Cause innesco: Precipitazioni, filtrazione e saturazione
  • Danni e interventi: Danni all'acquedotto e alla S.C. Vidiana - Bassana Canalizzazioni superficiali e drenaggi
6. Evento del 1960
  • Data: 16/03/1960  [breve periodo certo (1-7gg)]
  • Descrizione:
    Movimento gravitativo innescato da precipitazioni prolungate e dalla fusione del manto nevoso Il fenomeno franoso provoca il crollo di una casa e di tutti i fabbricati della parrocchia, compresa la chiesa. Inoltre, diversi fabbricati del borgo vengono danneggiati, Ovunque sono presenti laghetti d'acqua, avvallamenti e crepe nel terreno. [Localizzazione: Buona approssimazione]
  • Cause innesco: Precipitazioni prolungate e fusione del manto nevoso
  • Danni e interventi: I danni, ammontanti a £. 15.000.000, comprendevano il crollo di una casa, dei fabbricati della parrocchia e della chiesa, nonché le lesioni di molti altri fabbricati. Lavori di risanamento e consolidamento dell'abitato ammontanti circa a £. 21.000.000.
  • E' presente documentazione presso il Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli.
5. Evento del 1959
  • Data: dicembre 1959  [precisione mensile]
  • Descrizione:
    In seguito a prolungate piogge si riattiva il movimento franoso, che minaccia la chiesa parrocchiale. Anche la strada che conduce alla frazione ha subito un abbassamento di alcuni metri. [Localizzazione: Verificata da documentazione tecnica]
  • Cause innesco: Precipitazioni, filtrazione esaturazione
  • Danni e interventi: Lesionati edifici civili - centri abitati (grave), edifici civili - case sparse (grave) edifici di interesse artistico - Chiese (grave) Canalizzazioni superficiali e drenaggi
  • E' presente documentazione presso il Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli.
4. Evento del 1957
  • Data: 10/04/1957  [giorno certo]
  • Descrizione:
    Il 10/04/1957 la riattivazione del movimento franoso provoca lesioni ad un rustico, alla canonica, alla chiesa e alla Villa Callegari. In particolare il rustico ha subito una traslazione verso valle e, pertanto, è stato sgomberato. Anche la strada viene travolta dalla frana per un tratto di circa 100m. [Localizzazione: Verificata da documentazione tecnica]
  • Cause innesco: Precipitazioni, filtrazione esaturazione
  • Danni e interventi: Lesionati edifici civili - centri abitati (grave), edifici civili - case sparse (grave) edifici di interesse artistico - Chiese (grave) Canalizzazioni superficiali e drenaggi
  • E' presente documentazione presso il Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli.
3. Evento del 1954
  • Data: Fine 1954 - Inizio 1955  [indicazione del semestre]
  • Descrizione:
    Frana ad est del paese che scende verso il T. Parma. L'evento franoso che ha coinvolto l'abitato di Vidiana si manifestò negli anni 1954-1955, con un movimento traslatorio della strada a valle di fabbricati colonici, civili e della chiesa parrocchiale, che si lesionarono in modo consistente. Successivamente l'evento franoso coinvolse, in zona di coronamento, la chiesa parrocchiale ed i fabbricati ad essa circostanti, a valle della strada comunale Manini. [Localizzazione: Verificata da documentazione tecnica]
  • Dimensioni del fenomeno: Quota massima: 310 m; Quota minima: 250 m; Larghezza massima: 150 m; Larghezza minima: 50 m; Lunghezza: 750 m; Area: 6.2 ha
  • Cause innesco: Precipitazioni, filtrazione esaturazione
  • Danni e interventi: Lesionati edifici civili e la chiesa Interventi eseguiti: drenaggi e canalizzazioni.
  • E' presente documentazione presso il Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli.
2. Evento del 1951
  • Data: aprile 1951  [precisione mensile]
  • Descrizione:
    Nel mese di aprile 1951, a seguito di precipitazioni persistenti, si verificò una riattivazione del fenomeno franoso che, danneggiò circa 25 abitazioni. [Localizzazione: Buona approssimazione]
  • Cause innesco: Precipitazioni prolungate
  • E' presente documentazione presso il Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli.
1. Evento del 1914
  • Data: 1914  [indicazione dell'anno]
  • Descrizione:
    Attorno al 1914, in località Vidiana si verificò un vasto fenomeno franoso. Questo aveva la nicchia di distacco sulle falde del Monte Croce ed interessava un'ampia area, comprendente l'abitato stesso ed alcuni terreni coltivati. Il corpo di frana, da allora, continuò nel suo movimento. Le piogge del 1929 riattivarono ulteriormente il corpo di frana. Il movimento gravitativo danneggiò seriamente colture ed abitazioni. E' probabile che la ricostruzione del documento metta insieme due fenomeni distinti, come evidenziato bene nello studio regionale ( di cui si allega stralcio), uno che interessa la cocalità Casa Bui e Monte Croce,e e uno che interessa più direttamente la località Vidiana. [Localizzazione: Buona approssimazione]
  • Cause innesco: Precipitazioni
  • Danni e interventi: Danni a colture ed abitazioni dell'abitato di Vidiana Opere di sistemazione e di consolidamento
  • E' presente documentazione presso il Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli.