Logo ER

Archivio Storico delle Frane

L'archivio storico delle frane raccoglie informazioni sulle date di attivazione/riattivazione di frane con relativa localizzazione, in un intervallo di tempo che va dal Medioevo sino ad oggi.

Per ogni evento sono riportate, ove disponibili, informazioni relative alla tipologia della frana, alla sua dimensione, a eventuali effetti sul territorio.

Per il corretto utilizzo dei dati disponibili si invita alla lettura delle Condizioni di utilizzo dei dati

ID 202120

 

2 eventi di frana

Castagneto

Inquadramento
  • Superficie totale: 18.06 ettari
  • Comune di PAVULLO NEL FRIGNANO - Provincia di Modena
Carta inventario delle frane
Localizzazione frana storica e Carta del dissesto

Glossario [pdf]
2. Evento del 1978
  • Data: [set] 1978  [precisione bimestrale]
  • Descrizione:
    Strada Provinciale di Samone (n. 26 MO), tratto in sponda sinistra del F. Panaro, discendente verso il Ponte di Samone. L'attivazione di una frana di dimensioni rilevanti sul versante sinistro del Rio di Castagneto, indicato anche come Rio delle Lamazze, interessa in vari tratti il tracciato stradale della SP n. 26. I lavori di ripristino effettuato dall'Amministrazione Provinciale nel settembre 1978 interessano i tratti tra le progr. km 4.9-5.4, km 5.55-6.5, km 7.4-8.1. L'area in frana è relativa alla presenza di vari movimenti coalescenti tra loro nell'incisione del sottostante Rio di Castagneto. La sua delimitazione complessiva, in base alle indicazioni disponibili, appare maggiore di quanto indicato nell'Inventario del Dissesto. In particolare, risulta coinvolto anche il tratto di pendio in prossimità della località Belvedere. In parte compresa in corpi di frana coalescenti attivi. Alcuni dei corpi di frana si mobilizzano all'interno di piccoli impluvi, confluendo in un movimento di maggiori dimensioni che occupa la parte terminale della vallecola del Rio Castagneto. Sconvolgimento dell'assetto morfologico del versante sinistro e del fondo della vallecola. Formazione di contropendenze e ondulazioni nella superficie topografica, con conseguenti ristagni idrici e difficoltà nel drenaggio. Ostruzione delle linee di drenaggio secondarie. [Localizzazione: Buona approssimazione]
1. Evento del 1939
  • Data: giugno 1939  [precisione mensile]
  • Descrizione:
    Settore inferiore del bacino del Rio di Castagneto, in prossimità con la confluenza nel F. Panaro. Attivazione sul versante sinistro del Rio di alcune frane che, unendosi sul fondo della vallecola, danno origine ad un unico movimento con dimensioni significative. I terreni argillosi presentano una consistenza semifluida per gli elevati apporti meteorici e danno origine a colamenti lungo il pendio. Corpi di frana coalescenti attivi. Alcuni dei corpi di frana si mobilizzano all'interno di piccoli impluvi, confluendo in un movimento di maggiori dimensioni che occupa la parte terminale della vallecola del Rio Castagneto. Sconvolgimento dell'assetto morfologico del versante sinistro e del fondo della vallecola. Formazione di contropendenze e ondulazioni nella superficie topografica, con conseguenti ristagni idrici e difficoltà nel drenaggio. Ostruzione delle linee di drenaggio secondarie. [Localizzazione: Buona approssimazione]
  • Cause innesco: Elevate e prolungate precipitazioni della seconda metà di maggio e prima settimana del giugno 1939.