Logo ER

Archivio Storico delle Frane

L'archivio storico delle frane raccoglie informazioni sulle date di attivazione/riattivazione di frane con relativa localizzazione, in un intervallo di tempo che va dal Medioevo sino ad oggi.

Per ogni evento sono riportate, ove disponibili, informazioni relative alla tipologia della frana, alla sua dimensione, a eventuali effetti sul territorio.

Per il corretto utilizzo dei dati disponibili si invita alla lettura delle Condizioni di utilizzo dei dati

ID 202323

 

3 eventi di frana

Cà Felice Gaiato

Inquadramento
  • Superficie totale: 39.1 ettari
  • Comune di SESTOLA - Provincia di Modena
Carta inventario delle frane
  • Quadro di unione per il comune di SESTOLA [PDF]
Localizzazione frana storica e Carta del dissesto

Glossario [pdf]
3. Evento del 1900
  • Data: 1900-1904  [precisione pluriennale]
  • Descrizione:
    Versante meridionale del rilievo su cui sorge l'abitato, degradante verso il fondovalle del T. Scoltenna. Località Cà Felice. Nei primi anni del '900, nell'ambito della grande frana di Gaiato si verificano riattivazioni locali dei movimenti in prossimità di Cà Felice. [Localizzazione: Buona approssimazione]
  • Dimensioni del fenomeno: A = 0.02 km2 (ALMAGIA', 1907).
  • E' presente documentazione presso il Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli.
2. Evento del 1745
  • Data: 1745  [indicazione dell'anno]
  • Descrizione:
    Il Vescovo intima agli abitanti di Gaiato di ricostruire in altro sito la Chiesa antica, interessata da una frana e ridotta in condizioni disastrose. Nel tratto superiore del versante, in prossimità dell'abitato attuale, è presente uno "scivolamento di blocchi", passante verso il basso ad un esteso corpo di frana attivo. [Localizzazione: Verificata da documentazione tecnica]
  • E' presente documentazione presso il Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli.
1. Evento del 1600
  • Data: XVII secolo  [precisione pluriennale]
  • Descrizione:
    Versante meridionale del rilievo su cui sorge l'abitato, degradante verso il fondovalle del T. Scoltenna. La distruzione dell'antica Chiesa di Gaiato, avvenuta nella prima metà del '700, è probabilmente riferibile ad una fase di importante riattivazione dell'importante corpo di frana che si estende lungo la vallecola compresa tra Cà Felice e Cà Bianca. Nel tratto superiore del versante, in prossimità dell'abitato attuale, è presente uno "scivolamento di blocchi", passante verso il basso ad un esteso corpo di frana attivo. [Localizzazione: Verificata da documentazione tecnica]
  • E' presente documentazione presso il Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli.