Logo ER

Archivio Storico delle Frane

L'archivio storico delle frane raccoglie informazioni sulle date di attivazione/riattivazione di frane con relativa localizzazione, in un intervallo di tempo che va dal Medioevo sino ad oggi.

Per ogni evento sono riportate, ove disponibili, informazioni relative alla tipologia della frana, alla sua dimensione, a eventuali effetti sul territorio.

Per il corretto utilizzo dei dati disponibili si invita alla lettura delle Condizioni di utilizzo dei dati

ID 202365

 

1 eventi di frana

La Croce - Rio Grosso (sponda dx)

Inquadramento
  • Superficie totale: 9.59 ettari
  • Comune di POLINAGO - Provincia di Modena
Carta inventario delle frane
  • Quadro di unione per il comune di POLINAGO [PDF]
Localizzazione frana storica e Carta del dissesto

Glossario [pdf]
1. Evento del 1939
  • Data: giugno 1939  [precisione mensile]
  • Descrizione:
    Frazione La Croce, posta sul versante opposto al capoluogo (degradante verso nord), e a quota poco superiore. L'area coinvolta dalla riattivazione del giugno 1939 si estende dal versante a monte della frazione, lungo il tratto superiore dell'impluvio relativo ad un ramo del Rio Grosso. Nei primi giorni del giugno 1939, a seguito di un prolungato periodo di intense e continue precipitazioni, si attiva una frana del tipo scorrimento traslativo di detrito, sul tratto di versante a monte del nucleo abitato della Croce. La frazione viene interessata quasi interamente dal movimento che segue l'impluvio relativo ad un ramo secondario del Rio Grosso. Settore superiore di un'ampia frana quiescente che si estende lungo l'aveo del Rio Grosso sino al fondovalle del T. Scoltenna. La periodica riattivazione, sia pure parziale dei movimenti, comporta la progressiva deformazione della superficie topografica che si presenta molto irregolare. Il deflusso idrico superficiale risulta difficoltoso, con zone di ristagno idrico, che facilitano l'infiltrazione degli apporti meteorici. Questo assetto favorisce l'alimentazione della circolazione idrica sotterranea e, di conseguenza, la rimobilizzazione della frana presente nella zona di versante sottostante. [Localizzazione: Buona approssimazione]
  • Cause innesco: Elevata ricarica dei circuiti idrici sotterranei a seguito delle precipitazioni elevate e prolungate del periodo maggio - prima settimana di giugno del 1939.
  • Danni e interventi: I danni più rilevanti si hanno nella frazione La Croce dove crollano 3 casette rurali ed un'altra risulta lesionata. Con la perizia del 09/06/1939 venne stabilito che l'importo dei lavori necessari a riattivare la viabilità sulle vie di comunicazione, sgomberare le case e riparare le condutture d'acqua lesionate dall'evento alluvionale del maggio-giugno 1939 nella provincia di Modena fosse pari a £ 40.000.
  • E' presente documentazione presso il Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli.