Geologia, sismica e suoli

Frana di Faggio

2189   

Geosito di rilevanza locale

Grande frana complessa, caratterizzata da uno scivolamento traslativo nella parte alta e da uno scivolamento misto a colata detritica nella parte bassa, che dal versante orientale delle Budelleie giunge sino al Torrente Porcellana,con una lunghezza complessiva di 2 chilometri .

La frana di Faggio vista in panorama - Foto Archivio Servizio Geologico
La frana di Faggio vista in panorama - Foto Archivio Servizio Geologico
La frana di Faggio vista in panorama - Foto Archivio Servizio Geologico
Geografia
  • Superficie totale: 141.41 ettari.
Perimetro geosito e Carta geologica
Perimetro geosito e Carta geologica
Descrizione

In questo settore dell'Appennino le morfologie che si sviluppano lungo i versanti spesso rappresentano un elemento tipico del paesaggio, essendo condizionate dall'assetto geologico-strutturale delle rocce affioranti, particolarmente predisposte a sviluppare frane complesse che interessano interi versanti o ampie porzioni di essi. Queste grandi frane sono costituite dalla combinazione di due o più tipologie di movimento. Il rilievo delle Budelleie risulta così interessato sia sul sul lato meridionale che su quello Nord Orientale, da due importanti dissesti di versante. La frana di Faggio, che interessa il versante ENE del rilievo, disloca ampiamente con un movimento traslativo in roccia (block-slide), nella sua parte di coronamento, le Serpentine dei "complessi di base" Liguri. Nella parte bassa la frana coinvolge le torbiditi del Flysch ad Elmintoidi cretaceo di Monte Caio, qui molto deformato e dislocato.

Altre informazioni sul geosito
Interessi geoscientifici: Geomorfologico - Strutturale - Idrogeologico;
Geotipi presenti: Frana - Strutture tettoniche;
Interessi contestuali: Paesaggistico;
Valenze: Scientifico - Divulgativo;
Tutela: superflua;
Accessibilità: facile;
Mappa di inquadramento e rete escursionistica regionale
 Doppio click per avvicinare la mappa, click + sposta per muoverla
Geositi vicini
Avvertenze

I contenuti informativi presenti in queste pagine non forniscono indicazioni sulla sicurezza dei luoghi descritti o, in generale, sulla loro accessibilità in condizioni di sicurezza. I geositi hanno valore geoscientifico e/o paesaggistico e sono spesso accessibili solo da una utenza esperta, adeguatamente attrezzata. La visita a questi luoghi deve avvenire rivolgendosi a guide escursionistiche abilitate e si consiglia pertanto di informarsi puntualmente prima di accedervi, consapevoli dei rischi cui ci si espone.

La Regione si solleva al proposito da qualunque responsabilità.

 
 
 
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it