Geologia, sismica e suoli

Serra del Corno

1314   

Geosito di rilevanza locale

Imponente area calanchiva nella quale affiorano le Arenarie di Scabiazza caratterizzate dalla netta prevalenza dei letti pelitici rispetto a quelli arenacei che mostrano sistematicamente una struttura mesoscopica a blocchi in pelite.

Geografia
  • Superficie totale: 42.79 ettari.
  • Quota altimetrica minima 323m. s.l.m., quota altimetrica massima 492.8m. s.l.m.
Perimetro geosito e Carta geologica
Perimetro geosito e Carta geologica
Descrizione

L'affioramento è costituito da un'estesa area calanchiva presente sul versante meridionale di Serra del Corno, in sponda destra del T. di Missano, imponente per le sue dimensioni. Vi affiorano le Arenarie di Scabiazza, caratterizzate dalla netta prevalenza dei letti pelitici rispetto a quelli arenacei, che mostrano sistematicamente una struttura mesoscopica a blocchi in pelite. La grande continuità laterale dell'esposizione e la presenza di incisioni fresche, negli stretti solchi vallivi, permettono di osservare con estremo dettaglio le mesostrutture fragili e duttili, che definiscono la struttura interna di questa tettonite, a blocchi in pelite, e di apprezzare la persistenza laterale della foliazione mesoscopica, data dall'allineamento preferenziale dei frammenti di strati arenacei.

Altre informazioni sul geosito
Interessi geoscientifici: Strutturale;
Geotipi presenti: Boudinage - Faglia - Foliazione - Fratture - Fratture estensionali;
Interessi contestuali: Paesaggistico;
Valenze: Scientifico;
Tutela: superflua;
Accessibilità: facile;
Mappa di inquadramento e rete escursionistica regionale
 Doppio click per avvicinare la mappa, click + sposta per muoverla
Geositi vicini
Bibliografia
"Origine della struttura a "blocchi in pelite" e dell'estensione parallela alla stratificazione nelle formazioni smembrate liguri del Supergruppo del Baganza affioranti nel settore sudorientale dell'Appennino emiliano." - BETTELLI G., CAPITANI M. & PANINI F. [1996] Acc. Naz. Sc. Lett. Arti di Modena, Collana di Studi, 15, Miscellanea Geologica.
"The mesoscopic structures of a strongly deformed multilayered sequence: a hypothesis of the origin of the "block-in-matrix" fabric and the layer-parallel extension shown by the Ligurian dismembered formations of the Baganza Supergroup outcropping in the R" - BETTELLI G., CAPITANI M. & PANINI F. [1994] Post Congress Field Trip No. 3 (17/18-6-94), Eureopean Congress on Regional Geological Cartography and Information Systems, Bologna.
"Introduzione alla geologia del settore sud-orientale dell'Appennino emiliano." - BETTELLI G. & PANINI F. [1992] In: Guida alla traversata dell'Appennino settentrionale. 76a Riunione Estiva-Congresso della S.G.I. Firenze, 16-20 Settembre 1992, 207-240.
"I Mélanges dell'Appennino settentrionale, dal T. Tresinaro al T. Sillaro." - BETTELLI G. & PANINI F. [1989] Mem. Soc. Geol. It., 39 (1987), 187-214.
Avvertenze

I contenuti informativi presenti in queste pagine non forniscono indicazioni sulla sicurezza dei luoghi descritti o, in generale, sulla loro accessibilità in condizioni di sicurezza. I geositi hanno valore geoscientifico e/o paesaggistico e sono spesso accessibili solo da una utenza esperta, adeguatamente attrezzata. La visita a questi luoghi deve avvenire rivolgendosi a guide escursionistiche abilitate e si consiglia pertanto di informarsi puntualmente prima di accedervi, consapevoli dei rischi cui ci si espone.

La Regione si solleva al proposito da qualunque responsabilità.

 
 
 
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it